Piano triennale dell'offerta formativa

Download
Piano triennale dell'Offerta Formativa
ptof_belzoni.pdf
Documento Adobe Acrobat 751.5 KB

Il presente Piano triennale dell’offerta formativa, relativo all’Istituto tecnico settore tecnologico Costruzione Ambiente Territorio “Belzoni” di Padova, è elaborato ai sensi di quanto previsto dalla legge 13 luglio 2015, n. 107, recante la “Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti”;

  • il piano è stato elaborato dal collegio dei docenti sulla base degli indirizzi per le attività della scuola e delle scelte di gestione e di amministrazione definiti dal dirigente scolastico con proprio atto di indirizzo Prot. 2420/AF/1/a del 03 ottobre 2015;
  • il piano ha ricevuto il parere favorevole del collegio dei docenti nella seduta del 13 gennaio 2016;
  • il piano è pubblicato nel portale unico dei dati della scuola.

Mission

1) Il SUCCESSO SCOLASTICO:

La realizzazione della didattica per assi, della didattica delle competenze, la formazione dei docenti e di tutto il personale della scuola, corsi di rafforzamento‐recupero per creare le condizioni favorevoli al successo scolastico e formativo, potenziando la motivazione allo studio e all'apprendimento di conoscenze culturali e tecniche volte allo sviluppo globale ed armonico della personalità;

il contrasto della dispersione scolastica con interventi individuali mirati e/o con possibili azioni di riorientamento, finalizzate alla valorizzazione delle attitudini personali;

la creazione delle condizioni per la piena integrazione degli alunni con bisogni educativi speciali, promuovendo percorsi educativi didattici individualizzati e personalizzati con particolare attenzione

alle diverse problematiche relative al loro inserimento in ambito scolastico e al coinvolgimento di tutti i soggetti referenti, in primis le famiglie;

la progettazione ed attuazione di strategie di sistema per l'integrazione degli alunni stranieri anche nel quadro di intese territoriali e di rete; 

2) Il RAPPORTO con il TERRITORIO

L’alternanza scuola‐lavoro, stage, corsi di formazione per favorire la conclusione del percorso scolastico e formativo con un proprio patrimonio culturale tale da consentire la migliore scelta rispetto alle attitudini sviluppate e le competenze acquisite, sia nelle Facoltà Universitarie sia nell'Istruzione e Formazione Tecnica Superiore, l’ Istituto Tecnico Superiore Area Tecnologica dell’efficienza Energetica – Risparmio Energetico e Nuove Tecnologie in Bioedilizia o l’inserimento lavorativo con una professionalità creativa ed adeguata ai processi produttivi;


3) LA CITTADINANZA ATTIVA

L’educazione alle pratiche di sostenibilità ambientale, l’educazione alla salute e al benessere, progetti europei, integrazione ed educazione alla legalità per instaurare un clima di convivenza che favorisca il benessere e la partecipazione di tutti gli studenti alla vita della comunità scolastica con iniziative atte a valorizzare il protagonismo giovanile ed il contrasto ai fenomeni di disagio e bullismo;

la promozione della partecipazione responsabile alle diverse realtà sociali, la conoscenza e la valorizzazione delle diverse etnie e religioni per costruire una coscienza civica consapevole e rendere lo studente cittadino attivo nel rispetto dell’etica e delle regole di vita sociale;

il miglioramento della conoscenza delle lingue straniere per sviluppare maggiori competenze culturali e linguistiche equiparabili ai livelli europei, attraverso metodologie innovative, didattica CLIL, utilizzo

del laboratorio linguistico multimediale e la partecipazione a Stage e/o scambi culturali con partner dei paesi dell’Unione Europea

4) Qualità e Sicurezza

La scuola rappresenta il contesto ideale nel quale strutturare, articolare ed approfondire la cultura della sicurezza affinché nelle nuove generazioni il concetto sia radicato e diventi stile di vita, promuovendo la conoscenza delle problematiche della sicurezza quale componente indispensabile per

ogni azione tesa a ridurre il rischio infortunistico e per corrispondere al mandato educativo della scuola che prepara figure destinate nel mondo del lavoro come imprenditori o tecnici ad avere compiti e responsabilità in materia di sicurezza sul lavoro. 

la diffusione della cultura della qualità cioè la capacità di raggiungere gli obiettivi stabiliti (efficacia), utilizzando al meglio le risorse umane, di tempo ed economiche a disposizione (efficienza) tra tutti gli addetti della scuola, rendendo il personale, gli studenti e le loro famiglie, l'intera società civile, consapevoli e partecipi del processo di trasformazione che fa della scuola una leva strategica per lo sviluppo del Paese e delle comunità locali; la trasparenza nel rapporto con tutti i portatori di interesse;

il monitoraggio e la comunicazione periodica delle performance a tutti i soggetti portatori di interesse.